Vi siete mai chiesti perché Michelle chiese il divorzio da Eros? Ecco finalmente tutta la verità sulla loro storia

Advertisement

Finalmente, Michelle Hunziker ha fatto chiaro circa la storia che la legò al cantante Eros Ramazzotti. Il loro era uno di quegli amori da favola, che nessuno pensava e voleva potesse finire. Eppure, anche loro “scoppiarono”. Il motivo? Solo adesso Michelle ha avuto il coraggio di vuotare il sacco fino in fondo:
”È la prima volta che racconto questa storia. Finora ho nascosto tutto persino a mia madre, l’unico con cui ne ho parlato è stato mio marito Tomaso. Quando ci siamo conosciuti abbiamo condiviso tutto: lui i suoi lutti e io la mia esperienza dei cinque anni in una setta. Una volta uscita da lì è stato un continuo tentativo di ricostruire la mia vita. Non è stato facile accettare che fosse successo proprio a me: ho sofferto di attacchi di panico e per anni ho creduto che sarei morta di lì a poco, per soffocamento, come aveva previsto la setta”.

Sono esattamente queste le parole di Michelle Hunziker: l’ex Signora Ramazzotti, in un’intervista rilasciata al Corriere, ha finalmente fatta chiarezza, rivelando dettaglio di un passato che non aveva mai svelato prima. La showgirl ha parlato del suo primo matrimonio proprio a Verissimo, vedremo la puntata solo sabato prossimo però. È Silvia Toffanin a volerla in studio per un’intervista inedita. Non è facile fa parlare Michelle, ma Silvia ci è riuscita alla grande. È stata proprio la setta a persuadere la showgirl. L’hanno convinta a lasciare Eros: ”Mi dicevano che mio marito era negativo per me, ma io lo amavo moltissimo. Quando Eros mi ha messo davanti alla scelta ‘o me o loro’ io ho scelto loro”. 

Advertisement

Al tempo, quando iniziò il divorzio e le pratiche per l’affidamento di Aurora, si parlò abbastanza dell’entourage della Hunziker. Soprattutto, si menzionò la sedicente maga Giulia Bergella: “Sono entrata in questa setta senza neppure accorgermene. Per controllarmi mi hanno allontanato dai miei affetti e fatto leva sulle mie debolezze. Mi filtravano le telefonate, non potevo parlare neppure con mia madre, che non ho visto per quattro anni”. In poco tempo Michelle si ritrovò sola, allontanata da tutti e tutto. Un isolamento che poi si è poi riflesso anche sul campo professionale con l’apertura di una agenzia gestita solo da lei.

Ecco cosa racconta di quel periodo buio: “Mi mettevano in castigo, mi lasciavano sola. Minavano la mia autostima dicendomi che non avevo talento e che avevo successo solamente perché avevo intrapreso questo percorso spirituale”. Il suo racconto è da pelle d’oca e svela una verità inedita: “Mi hanno fatto lasciare la mia agenzia e convinta ad aprire una nuova società, finanziata totalmente da me. Ovviamente pagavo e davo da mangiare a tutti loro. Ad un certo punto mi hanno persino convinta a cedere tutte le mie quote a loro”. Sono arrivati persino a minacciarla di morte. È la maga “Clelia” ad averle messo questa cosa in testa: “Mi disse che se me ne fossi andata dalla setta sarei morta”.