Il bimbo autistico non vuole tagliarsi i capelli. Guardate il barbiere come lo convince…INCREDIBILE!

I bambini vanno trattati sempre con le buone maniere, anche quando fanno capricci. La violenza non è mai positiva, nemmeno se finalizzata all’educazione dell’infante. Bisogna armarsi di pazienza, soprattutto se si ha a che fare con casi particolari, di bambini affetti da specifiche patologie, come l’autismo. Lo sa bene questo barbiere che di recente è diventato molto popolare sul web, per aver tagliato in un modo assai originale i capelli ad un bambino autistico.

Il piccolo Lille Mason non voleva mai tagliarsi i capelli, perché aveva una specie di fobia verso le forbici. Un parrucchiere del Galles, James Williams, c’ha provato più volte prima di studiare un modo che potesse essere per il bambino meno traumatico. Sui social scrive, dopo aver concluso il faticoso lavoro: “Ci sono finalmente riuscito.”

7-11-autism-frisor1

Mason non ha mai permesso ad altri barbieri di avvicinarsi alle sue orecchie e ai suoi capelli. James però, ha cercato di convincere Mason a sdraiarsi sul pavimento e giocare con il suo telefono. In questo modo, James sapeva che il bimbo era distratto e lui poteva fare il suo lavoro anche se in una posizione piuttosto scomoda. Mason ha finalmente avuto un taglio di capelli bello e alla moda!

7-11-autism-frisor2

Ecco come racconta l’accaduto il tenace barbiere: “Eravamo tutti e due, sdraiati sul pavimento, nessuno dei due parlava, e lui mi ha lasciato tagliare quanto volevo. Ancora una volta, ho provato a fare del mio meglio, perché amo il mio lavoro. Ho voluto rendere contenti i genitori di Mason, che aveva bisogno di un aiuto extra. In questo modo ho costruito un rapporto di amicizia e di fiducia con Mason.”

7-11-autism-frisor3

Quando il barbiere ha terminato, ha chiesto al piccolo Mason di stingergli la mano: ma il bambino ha fatto di più, era così contento dei suoi nuovi capelli che lo ha abbracciato forte.

FONTE: Incredibile.guru

Se hai trovato interessanti i nostri articoli continua a seguirci. Ti invitiamo a fare un giro sul nostro sito per scovare gli articoli che più ti interessano.

Potrebbero interessarti:

loading...